ITlifestyle | Tendenze

SETTIMANA DEL FUORI SALONE: MANUALE PER DARSI UN’ARIA COSMOPOLITA (ALMENO IN QUESTI GIORNI)

0 
Stile-di-vita/tendenze-lifestyle/Cinquanta-sfumature-Salone-del-Mobile-2013-Milano-guida-eventi-cosa-fare-dire
  • SETTIMANA DEL FUORI SALONE: MANUALE PER DARSI UN’ARIA COSMOPOLITA (ALMENO IN QUESTI GIORNI)

  • Salone del Mobile BY

    Dario Donato

  • A Milano inizia la settimana del FuoriSalone. Vi sentite provinciali? Volete sembrare dei veri cosmopoliti del design e integrarvi all'ambiente? Immedesimatevi. Recitate una parte. Mentite. Ecco come.

    1. Regola d'oro: tirate fuori gli occhiali neri con la montatura spessa da nerd. (Questa vale almeno il 60% del lavoro)

    2. Riprendete la bicicletta in cantina

    3. Cavalcatela come se fosse da sempre il vostro unico mezzo di locomozione. L'ecosostenibilità è il primo comandamento del fuorisalonista

    4. (Meglio se con una sciarpetta di seta al collo)

    5. Non avete la macchina

    6. Abitate in un loft in zona Savona

    7. Tutto quello che vi serve è in zona Savona - Tortona

    8.  Casa vostra non ha i mobili, ha delle installazioni

    9. Non andate dal parrucchiere. Viene da voi in casa una ragazza bravissima che vi ha consigliato un amico

    10. Conoscete poco Milano, la circonvallazione esterna l'avete fatta solo una volta da bambini quando vi hanno portato a Gardaland

    11. Se vi dovessero mai citare posti come Lambrate, Baggio, Corsico, Barona, fate finta di pensare che siano in provincia di Nairobi

    12. I vostri amici sono quasi tutti di Londra, Parigi, Berlino

    13. Buttate qualche parola inglese in mezzo ai discorsi. Se avete da spendere pure una anziana nonna di Liverpool, meglio

    14. I vostri studi: un erasmus a Barcellona fatelo passare come 6 anni in Spagna. Uno a Londra vale perlomeno tutta l'adolescenza là

    15. Che mestiere fate: "avete un progetto" con un paio di amici fidati

    16. Voi non siete lavoratori dipendenti. Siete liberi professionisti. Imprenditori o creativi è ancora meglio

    17. Lo stage inteso all'italiana, voi, non lo avete mai fatto. Nel design ci si mette alla prova sul prodotto

    18. A 23 anni avete inventato una sedia

    19. Avete l'iPhone. Però i tempi del Nokia 3310 con lo snake erano tutta un'altra cosa

    20. Non vi fidanzate: vi frequentate. In questo momento però avete la testa su troppe cose e state bene da soli

    21. Uscite a mangiare solo in ristoranti bio. Il giapponese ormai è da poveri

    22. Il Nespresso è una religione

    23. Non frequentate la grande distribuzione, tipo Esselunga e Coop. Avete il verdumaio, il lattaio, il macellaio di zona

    24. Se proprio dovete uscire a Milano, di solito andate al Plastic. Ma preferite prendervi un RyanAir il venerdì pomeriggio

    25. Nell'iPod potete ascoltare quello che volete (anche se l'elettronica minimal è fortemente consigliata)

    26. L'importante sono le cuffie, che devono essere il più grandi possibile. Come Balotelli all'ingresso degli spogliatoi

    27. A Milano voi siete sempre e solo di passaggio

    28. Milano ha sempre le solite due mostre in croce

    29. La creatività da noi è morta. Vogliono zittirci con i Talent Show alla televisione

    30. Anche il Fuorisalone non è che un derivato povero di altri grandi eventi internazionali. Ci andate solo per curiosità

    31. Non votate da quando avete 18 anni

    32. Lamentatevi: vi stanno tempestando la casella mail di inviti riservati per il Fuorisalone

    33. Domani avete degli appuntamenti con alcuni designer famosi. Se vi svegliate in tempo ci andate, altrimenti aspettano

    34. La crisi ha distrutto i buffet del Fuorisalone. Una volta si mangiava e ti davano i regali

    35. Il Fuorisalone è diventato commerciale. Guarda che gente c'è in giro, zarri e impiegati per la maggior parte

    36. Il vino bianco che ti servono è Tavernello. Guarda quei barboni come si ammassano per un flute di plastica. Roba da chiamare Piero Angela

    37. Le ragazze di Milano se la tirano. A Londra e New York non sono mica così

    38. Berlino ha il centro sociale e culturale più grande d'Europa

    39. E voi avete un amico che vive e dipinge lì

    40. Non amate particolarmente lo sport e non tenete per nessuna squadra, la bici vi tiene già in forma

    41. In vacanza o fate la Transiberiana oppure andate in Patagonia. Siete stati in Perù

    42. Se non state bene, ricorrete esclusivamente alla medicina alternativa e omeopatica

    43. Baricco, Erri De Luca, Giordano, sono troppo commerciali

    44. Leggete prevalentemente autori sudamericani

    45. Comunque leggete moltissimo

    46. State progettando di andare via definitivamente da Milano. Non c'è più lavoro, non c'è più creatività. Siamo morti

    47. Milano è inquinata

    48. L'Area C è una buona idea, ma realizzata male, mica come a Londra

    49. Salutate tutti, è finita la serata

    50. Riprendete la bici e ritornate verso Viale Padova, che domani dovete essere in ufficio alle 8.30

    @Dario Donato

    © Riproduzione riservata

  • Labels: tendenze

  • Grazia.it