Maison Martin Margiela combina i codici del maschile e del femminile in una miscellanea inedita. Si tratta innanzitutto di una strategia materica, che accosta per esempio la seta e gli orli in pizzo della vestaglia al panno di lana del soprabito. E di una soluzione nel disegno, con rovesciamenti di prospettiva ironici: nel bustier si cela la fisionomia dei pantaloni con tanto di cerniera e passanti per la cintura, nella giacca virile che s'indossa come un abito smanicato, nello stivale cuissard in tweed che ricopre interamente la coscia con effetto trompe-l'oeil. Il cappotto è chirurgicamente dissezionato, dalle spalle a pagoda, pronto a farsi robe manteau oppure grembiule ben ancorato alle forme del corpo. E un tocco di rusticità viene dalla maglieria, dai tipici motivi irlandesi. Quanto basta per dare respiro a una collezione equilibrata e desiderabile.

© Riproduzione riservata