Aggressiva e sensuale come da DNA del marchio, la donna mandata in passerella da Jean Paul Gaultier prende ispirazione da, ed è dedicata a, Amy Winehouse. Icona della musica, in grado di fondere jazz, blues e rock, considerata anche icona della moda, per via del suo stile a dir poco singolare. Ne nasce una collezione che fonde stili anche molto diversi tra loro, giacca in pelle da football, gonna lunga fino ai piedi con spacco profondissimo, leggins in pizzo nero, o anche un tailleur dal taglio classico declinato in rosso fuoco, o abiti di ispirazione maschile, ma destrutturati e ricomposti in modo asimmetrico. I colori sono eccessivi, forti, non ne manca nessuno all’appello. Così come le silhouette, che passano dall’aderentissima pelle, fino al trench in formato over o all’abito a farfalla, passando per l’abitino con la gonna a corolla di voile e organza. Senza limiti, come Amy Winehouse, d’altra parte. (Giada Borioli)