Henry Holland, che sta per compiere la trentina, sente un'invincibile nostalgia per le atmosfere psichedeliche. E al contempo mostra di aver imparato a menadito la lezione di Miuccia Prada. Le sue ragazzotte, che al sabato sera potrebbero passare per scapestrate e farsi indulgenti con le droghe allucinogene, sfoggiano stampe da tappezzeria anni '70. Sulla maglieria, sulle bluse, e persino sul jeans. I pantaloni sono svasati, spesso accorciati al polpaccio, mentre le gonne ammettono diverse lunghezze: corte e succinte, longuette solcate da cerniera, modelli scampanati e rigonfi più bon ton (ma sempre in technicolor). Pon pon di pelliccia infiocchettano la riedizione sportiva del twinset, un binomio di felpa e cardigan in jersey mélange. Shearling sì e in abbondanza, purché in tinta lisergica, sul torso del bomber e all'interno di un caldissimo parka. I ricami sberluccicanti? Pillole in cristallo, insetti bijoux e monogrammi molto pradeschi anche loro. Ma così stuzzicanti che glieli si perdona a cuor leggero.

© Riproduzione riservata