Ogni sfilata di casa Moncler è una sorpresa. Ogni volta, si viene trasportati all’interno di una disciplina sportiva. È il turno, quest’anno, dell’automobilismo. Ad accogliere gli ospiti in una grande  sala di Palazzo Clerici, nove mila modellini di Formula Uno. Tute, giacche  trapuntate, ma anche trench e mantelle con diversi gradi di imbottitura, oltre che pantaloni a zampa di elefante o stretti alla caviglia da un elastico. Un abbigliamento sportivo che trasuda sartorialità. La collezione di Gamme  Bleu per il prossimo inverno, disegnata, come sempre, da Thom Browne, è un  tributo alla velocità. Rosso, giallo e bianco i colori dominanti. Capi rubati  alle piste automobilistiche, ma perfetti anche per lo sci, campo in cui  Moncler ha un primato fin dalla nascita, e la città. D’altra parte, parole chiave  del mondo del galletto sono tecnicità e sartorialità. Un mix che possono  vantare in pochi. (Giada Borioli)