Le creazioni di Luisa Beccaria da sempre sollecitano ed evocano l’anima femminile di chi guarda, annidata in quegli archetipi antichi fatti di principesse senza tempo e giardini in fiore. La stilista Milanese sa mettere in opera un concerto delicato di pizzi e chiffon, shorts e gonne a palloncino, balze e micro rouches, pastelli chiari e nuances floreali. Dona voce ad ogni tipo di femminilità, da quella più romantica delle gonne a ruota e le camicette, a quella più avvenente dell’abito drappeggiato, passando dalla stampa al ricamo, dalle gradazioni del bianco all’acceso arancione. In un contesto sognante e dal sapore retrò non poteva mancare l’abito bianco: a sirena con lo scollo profondo, in taffetà con la gonna importante, doppiato a contrasto o stile campagna anni Venti… per sollecitare ed evocare, sospirare e sognare!