L'Art Nouveau incontra lo sportwear, ed è un'accoppiata niente male. È Frida Giannina che ha voluto trasfigurarvi mesi e mesi di palestra, nell'intento di recuperare la forma dopo la recente gravidanza. A benedire l'operazione lo spirito dei tempi, e le suggestioni che arrivano da ormai numerose passerelle: lo sporty-chic è una tendenza che si ripropone sempre con grandissimo successo. Qui la singolarità sta tutta nella ricchezza decorativa e nella lussuosità raffinata del tratto. Con la sorpresa di un floreale alla Erté, che rincara la dose di eleganza dei bermuda in seta e della blusa diafana di tulle. La trasparenza, ecco l'altro tema portante di questo eroticissimo atletismo decadente, per t-shirt retiformi in camoscio tagliato al laser e tute in velo plissé. E per essere filologici fino in fondo, l'immaginario déco slitta nel giapponismo: tante le giacche che si allacciano a vestaglia, come un sensuale kimono- nei toni peccaminosi di rosso lacca, nero, violaceo, carnicino polveroso. A sera bagliori di lurex e paillettes iridescenti, con generosi squarci di pelle nuda che esigono- si capisce- un fisico bestiale.

© Riproduzione riservata