Quando lo stile urban-chic di un brand rinomato nel panorama italiano incontra il genio di due talenti inconfondibili. Sfila a Milano la collezione AI 2014 di Fay, firmata dal duo Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi, che interpretano la femminilità chic sempre espressa dal marchio, arricchendola di una nuova ispirazione e di un tocco maschile ben calibrato.
L'accento sportswear è visibile sin dalla prima uscita in passerella: felpe, varsity jackets, scarpe stringate e un gioco di abbinamenti cromatici tra i tradizionali bianco, rosso e blu, con un inaspettato tocco di giallo (reso simpatico e girlish dalla stampa di Woodstock, celebre personaggio dei Peanuts). Alle righe si accosta poi il disegno pied de coque, tipicamente british, riproposto in diversi abbinamenti cromatici e su diversi capi: dal pumino alla minigonna, senza dimenticare i giubbini.
Entra poi in passerella la vena più maschile della collezione, rappresentata dal colore grigio alleggerito però dall'unione con il verde, il bordeaux e il giallo oltre che da applicazioni in pelliccia sofisticate che non si limitano a un tradizionale inserto frontale, ma vestono anche spalle e maniche per creare un netto contrasto con i tagli più rigorosi dei capispalla. L'identità del brand affiora sempre più quando si incontrano le classiche chiusure a moschettone sui cappotti o i piumini caldissimi, tradizionali o da indossare sotto al cappotto in lana.

Una passerella che conquista: lo stile Aquilano.Rimondi si fonde alla perfezione con un look portabile, adatto a moltissime donne, soprattutto a quelle che amano la qualità mista a un tocco di originalità che fa davvero la differenza.