Creature oscure e imperscrutabili animano la sfilata parigina di Comme des Garçons: la primavera-estate 2014 diventa la tela perfetta per esibire i virtuosismi creativi della designer giapponese Rei Kawakubo. Una drammatica teatralità avvolge le modelle sulla passerella mentre gli abiti diventano vere e proprie sculture architettoniche: volumi esagerati giocano con ruches, plissè, asimmetrie e sovrapposizioni di forme e tessuti. Trasparenze fatte di tulle e pvc e tagli geometrici scoprono centimetri di pelle, accompagnati a contrasto da sottili leggings fluo e sneakers di gomma o stringate dai colori accesi, mentre i copricapi eccentrici si confondono con le spettacolari acconciature.