Ispirazione selleria sulla passerella di Tommy Hilfiger. Abiti sportivi, ma di taglio sartoriale. Adatti alla città come alla campagna. Le linee sono estremamente semplici, i tessuti raffinati. Numerosi i riferimenti al mondo equestre: staffe e cinghie vengono stampate su abiti e gonne di seta leggera, i cappelli si trasformano in cap, gli stivali si alzano dritti fino quasi al ginocchio come quelli dei cavallerizzi. Il decoltè è sempre coperto. I colli sono alti,  le camicie e i cappotti abbottonati fino alla gola. Il classico tuxedo diventa abito con bottoni gioiello. Non mancano riferimenti all’abbigliamento militare, soprattutto nei cappotti, ben costruiti e proposti con grossi inserti in contrasto colore. I toni, quelli tipici dell’autunno, senza colpi di testa: verde, bordeaux, viola, nero, qualche flash rosso cupo. (Giada Borioli)