Jack McCollough e Lazaro Hernandez sono in evidente stato di grazia. Dopo le prime uscite molto anni '40, con longuette e pantaloncini in paio con giacche sagomate sui fianchi, la sfilata entra nel vivo grazie a gonne che sono una stratificazione di strisce di rafia e lucida pelle di anguilla, capolavoro di artigianalità; li completano golfini dove le tinte dell'ocra e del sulfureo si ritagliano geometrie dal gusto africano. Qualche sporadico modello retiforme, come intessuto da minute corde carbonizzate, prima di una nuove esplosione di colore: sono blu, marroni, gialli attraversati da zebrature, e foglie, per abiti che presentano volumi arricchiti da incisioni, pieghe e arricciature. Finale mozzafiato con le bluse trasparenti di tulle, cesellate dal ricamo di fiori hawaiani. (Gabriele Verratti)