In evidenza

CALVIN KLEIN 205W39NYC, viaggio nel cinema americano

Giulia Pivetta

Raf Simons continua a raccontare l’America in una collezione da Oscar

Per la collezione primavera/estate 2019 di CALVIN KLEIN 205W39NYC, Raf Simons manda di nuovo in onda l’America: questa volta si tuffa nella cultura visuale, pescando dal cinema riferimenti a pellicole cult.

La prima grande ispirazione a cui ruota attorno la collezione è “Lo squalo” il film di Steven Spielberg del 1975. Sulla parete del quartier generale del brand di New York al 205 West della 39a Strada, dove l’11 settembre si è tenuto lo show, il direttore creativo ha deciso di proiettare quel mare blu da cui il malfamato squalo, che ha inquietato i sogni di molti di noi, usciva per divorare chi gli capitava a tiro.

Ecco perché i modelli sono appena risaliti di corsa dall’acqua e hanno ancora i capelli bagnati che gocciolano sulle giacche. Alle gonne plissé manca letteralmente un pezzo strappato da un morso, o altri hanno addosso le mute da sub in tessuto tecnico neoprene stampate a fiori, portate rovesciate sopra le gonne o i pantaloni leopardati.

Il tocco e le toghe invece sono quelle de “Il laureato” del 1967 con Dustin Hoffmann. Per entrambi i film riferimenti sono diretti, la locandinaJaws” è stampata su t-shirt e canotte e in comune hanno l’idea di un ipotetico predatore e la trasgressione.

Una rivolta contro l’autorità che l’America ancora oggi conosce bene. Raf disegna degli abiti da cocktail fatti in brandelli e ricostruiti, twin set infeltriti con appuntate le spille bon ton delle studentesse e dell’alta società americana di quegli anni, come se l’American Way of Life che rappresentano venisse rovesciata. E se le décolleté a punta killer ci piacciono già è proprio perché un pò di paura la fanno davvero.

Non sono mancate le celeb: da Millie Bobby Brown, protagonista di “Stranger Things” a Katherine Langford di “13 Reason Why“, fino a Rami Malek e Saoirse Ronan, il parterre era memorabile. Scoprite chi c’era in front row! 


Outbrain
amricanacalvin kleinraf simonsss2019 Leggi l'articolo su Grazia.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.