Cambio di designer per ZZegna con l'arrivo di Paul Surridge. Che disegna silhouettes mascoline ma slanciate, con giacche dalle spalle segnate e morbide e pantaloni smilzi. Il focus è sulla parte alta del busto, diventano più importanti i revers nelle giacche e negli avvitati d'ispirazione anni Venti. Ma l'outerwear è ampio, con cappotti lineari e un po' militari, giacconi, impermeabili con materiali tecnologici e dettagli in gomma e rame, giacchini corti sopra la vita. Si conferma la ricerca ZZegna per i materiali innovativi con cappucci in nylon, inserti di techno jersey e 3D. E il 3D si utilizza anche per la fodera a rete delle scarpe derby dalla suola spessa. La palette colori è dominata da blu navy, antracite, ebano, kaki e bordeaux con grafismi e giochi di contrasto blu elettrico, zaffiro, rosso-arancio e smeraldo. Spicca anche il monocolore scelto per l'intera figura con trench, pantaloni e scarpe realizzati anche nello stesso materiale. (Erica Baldi)