Stefano Pilati ha scelto di lavorare su una palette scura per la  prossima primavera estate, solo il finale lascia spazio al bianco e al  rosa, come per dare una ventata estiva al rigore cromatico imposto. Jacquard  e gazar sono i protagonisti di questa passerella dove le gonne al  ginocchio hanno spacchi sul retro, le giacche creano onde delicate,  cinture gioiello risaltano sul monocolore, cappe e cappottini hanno  spalle scivolate e volumi over.
Le sciarpe di seta rifiniscono i look sofisticati, i pantaloni a  sigaretta si accompagnano a bluse morbide con ruches accennate e maniche  fiabesche, le stampe movimentano abiti lunghi e gonne agitate, la sera  tra il bullette e il nero vuole volumi extra per gli abiti corti,  schiene nude, scolli a tuffo e la polvere oro. (Gaia De Vecchi)