Dopo un approccio più esplorativo nelle passate stagioni Yigal Azrouël torna a un territorio a lui perfettamente congeniale: abiti aderenti e dal sapore urban per un stile che lo stesso designer vuole e definisce “easy”. La costruzione del bianco architettonico si esprime attraverso abiti cutout, che lasciano intravedere il top-bustino, fino alle proporzioni strutturate di un blazer a maniche corte. Abiti strutturati che contrastano con i look dalle linee più morbide e rilassate. Le stampe astratte in black & white sono d'impatto e devono trasmettere “la vitalità di luce e architettura”. Sul finale si passa a toni più neutri e a patchwork di tessuti che assemblano insieme cotone, rete e pelle e che rispecchiano un approccio decisamente contemporaneo.

© Riproduzione riservata