Spesso, durante le varie settimane della moda, si ha come l’impressione che il sistema stesso sia totalmente estraneo alle dinamiche circostanti. La crisi, le guerre, i cambiamenti climatici.

Poi ci si trova davanti allo show di Vivienne Westwood, e quest’impressione cambia drasticamente.

Il messaggio che Miss Westwood ha voluto lanciare questa stagione, riguarda la libertà, libertà per il popolo scozzese che ha diritto a un altro governo, libertà di parola e di pensiero.

La passerella diviene quindi un media per comunicare un messaggio, tailleur composti da giacca e pantaloni, o giacca e gonna, sfilano con aria importante, l’attenzione è sulle spalle, ampie ed estreme, una caricatura degli anni Ottanta e del business look.

Spille colorate compaiono qua e là, riportano una parola di tre sole lettere: YES. Sì, ai colli esosi che sbordano dalle giacche, sì alla pancia scoperta come agli abiti lunghi floreali. Sì alla libertà di espressione.