Vivienne Westwood non rinuncia a stupire e per l'autunno inverno 2013-2014 manda in passerella una collezione psichedelica – a partire dal trucco sui volti delle modelle. Maschere e colori degli abiti sono in onore di un programma sociale in favore del Kenya. Le silhouette, al contrario, totalmente cittadine. Gli abiti sono ridotti all'osso, le gonne hanno una doppia variante di lunghezza – cortissima o appena sopra al ginocchio, gonfiate come spesso accade sulle passerelle della stilista inglese da punte asimmetriche. Materiali anche molto diversi tra loro vengono abbinati all'interno di uno stesso outfit o di uno stesso capo, creando dei movimentati giochi di lucidità. Le giacche, di alta sartorialità, diventano leggermente asimmetriche, gli scolli geometrici ed elaborati, il punto vita, alto, è quasi sempre segnato da micro cinture. © Riproduzione riservata