Si parte dai tessuti, elaborati per creare effetti morbidi in sintonia  con l'heritage della Maison: i jacquard tridimensionali, le lane  compatte, le  pelli e  le pellicce assumono la delicatezza dei crêpe de  chine e la georgette.
I capospalla sartoriali hanno linee nette, non tralasciano i drappeggi  rivisitati e i tessuti si lasciano arricciare e incurvare per creare  forme armoniose e naturali.
Il tessuto intarsiato crea fantasie  grafiche, i contrasti materici e di toni sono assemblati in modo  elaborato: le cuciture stesse definiscono le decorazioni, mentre le  stampe floreali si arrampicano sulle giacche dal taglio orientale. La  sera oscilla tra la mascolinità dello smoking e l'iper-femminilità dei  lunghi abiti drappeggiati dove le paillettes  formano pannelli  articolato o strati preziosi. Le borse hanno inserti in pelle, i manici  in ottone opaco rivelano pietre incastonate, i tacchi e le minaudiere  sono impreziositi da strisce in occhio di tigre e zoisite, le ballerine  hanno laccetti alla caviglia e gli stivali mescolano la pelle al tessuto. (Gaia De Vecchi)