Ritorno in grande stile sulle passerelle dell’Haute Couture per Versace, assente da otto anni. Sfilano abiti lunghi, così come dalle lunghezze mini. Una rivoluzione legata ai bisogni delle nuove star, che sempre più spesso preferiscono presentarsi sui red carpet a gambe scoperte. Tanto che, anche nelle proposte lunghe, compaiono spacchi profondi e trasparenze. Micropants abbinati ad altissimi stivali in pizzo, mini abiti a bustier costruiti intorno al corpo come fossero un’armatura, ma anche lunghi abiti a sirena incrostati di fiori e ricami. Frequenti i tagli sul tessuto, che lasciano spazio alla pelle o ad ampi inserti in pizzo per donare agli abiti un aspetto quasi tridimensionale, i dettagli metallici, per un’allure cyborg, e i micro swarovski, incastonati nei ricami. I colori passano dai tenui toni dello champagne e del ghiaccio, fino, in ascesa, all’oro, al verde acido, all’arancione acceso. In prima fila, numerose grandi star, tra cui Diane Kruger, Abbie Cornish e Cameron Diaz. (Giada Borioli)