Volano farfalle sulla passerella di Vanessa Bruno spring/summer, invadono lo spazio con allegria e vitalità, tingendo l’ambiente di un’intensa palette di rossi accesi, arancioni, verde brillante e turchese. Vibrano nell’aria le note dei Sonic Youth, a evocare e richiamare i tagli anni novanta degli abiti: i top corti, l’abitino a salopette, la gonna a trapezio, i pantaloni slim. Perfettamente in linea con quelli che sembrano essere i gusti di una grande parte del mercato, visto il successo che il marchio sta ottenendo anche in termini di vendite, la stilista francese dà vita a creazioni dalla facile portabilità, senza perdere l’estrema preziosità (come i trench e le giacche perfecto in camoscio colorato) e l’originalità degli accostamenti (stampe zebrate con motivi farfalle, mix di righe e quadretti, papaveri e micro disegni). Anche Kim Gordon, nel pieno dei suoi anni d’oro, in una versione un pochino più romantica e delicata, avrebbe molto apprezzato.