Rincara la dose di morbidezza e femminilità la passerella di Sportmax, dopo la passata stagione contraddistinta da arditezze di volume e cesellature decorative importanti. Questa volta è il turno dei pois, leit-motiv di tutta la lunga teoria di abiti. Fluidi e carezzevoli sulle forme del corpo come una vestaglia, incisi da generose scollature oppure saldi al petto nell'elegante bustier, ripropongono il motivo a pallini con oblò di tulle e macroscopici pannelli di pelle. Idem per i capispalla in camoscio, di squisita sartorialità, e la felpa che riappacifica il marchio con la sua vocazione sportiva. Strizzano l'occhio al tema i sabot con minuti pon pon di pelliccia, vezzo di raffinatezza in più. A sera la gonna svasata e i pantaloni pigiameschi del completo sono alleggeriti da una miriade di traforature circolari, a metà fra il pizzo e la rete sportiva. E il cerchio si chiude.

© Riproduzione riservata