Massimiliano Giornetti ha dato fondo all'arcobaleno. Questo nuovo corso in technicolor per Salvatore Ferragamo, eco di una recidiva infatuazione per le tinte forti che ormai perdura da qualche stagione, sarebbe nelle intenzioni del designer un riferimento all'artista David Hockney. Vi si aggiungono citazioni alla tenuta sportiva degli aitanti ragazzotti di Los Angeles. Risultato? La mise di trench inappuntabile, pantaloni sartoriali e doppiopetto si completa invariabilmente con le sneaker. E stupisce con un'esuberanza cromatica che lascia senza fiato. Pulizia di taglio e di tessuti, insomma, come contraltare all'eccesso beato di colori (che più saturi non si può). Effetti speciali di contorno: i cardigan ed i pull trasparenti come un velo di mussola, che lasciano trasparire la cravatta. (Gabriele Verratti)