Un assortimento pastello ben calibrato sulla passerella di Peter Som: i colori sono tenui, delicati ma non noiosi, leggeri, ma di carattere.
Si apre con gonne morbide e camicie bon ton, si passa agli spolverini accompagnati da skinny pants a stampa floreale, si approda allo
chemisier drappeggiato e si arriva così alle uscite più tenui, tra pantaloni a sigaretta, abiti dai tagli strategici e completi fioriti che si trasformano in culotte.
Fa il suo ingresso il blu elettrico che mescola top e bermuda, o si affaccia disinvolto dall'abito patchwork; i colletti sono ricamati, le gonne ballerine si accompagnano a bra, le stampe si mescolano e uniscono motivi geometrici all'effetto tie dye.
Caban leggeri assumono proporzioni over, il broccato segue le lunghezze dei pantaloni,la stampa animalier crea mini da portare con la giacca profilata o gonne a vita alta con micro volant. (Gaia De Vecchi)