Fedele al suo stile minimale, Nicola Andreas Taralis porta sulle  passerelle una collezione composta da tagli netti e forme pulite. Apre  la sfilata con un mini dress drappeggiato e trasparente e da qui da il  via al gioco del see-through, fatto da tessuti leggeri e delicate  sovrapposizioni.
Scollo all'americana per le tuniche candide lunghissime, giacche  destrutturate si portano sui capi in jersey sovrapposti, tagli decisi  sfidano il cotone e intarsiano la pelle. Bianchi e neri rigorosi  provano a mescolarsi sugli abiti impalpabili, fasce immacolate diventano  top e sono plissettate sul punto vita, i gilet hanno un effetto  stropicciato, gli spolverini chiusure a strappo e intarsi audaci. (Gaia De Vecchi)