Una donna fatta di contrasti per ammissione dello stesso stilista. Alessandro Dell'Acqua per N°21 non nasconde le contraddizioni che animano il corpo e lo stile della sua donna: trasgressiva, ma impeccabile, maschile e femminile, seria e ironica. Ma soprattutto sempre e comunque sensuale. Sì perché sensualità non vuol dire cerco scoprirsi all'eccesso, anzi, a volte il vedo non vedo, il susseguirsi di lungo e corto, le aperture inaspettate o anche una rigidità apparente possono risultare molto più seducenti di altro.
Così anche il classico incontra l'eccentrico, dove alla seta si avvicinano paiette luminose nei toni del blu o alle camicie basic dal collo abbottonato si abbinano gonne di frange metalliche o ai pull corti si avvicinano longuette con stampe artisitche e figurative originali. Il contrasto continua poi tra il giorno e la sera, quando durante il primo si scelgono scacchi o suite pijama, la sera torna il pizzo nero o il raso luminoso nocciola.
Glamour e sexy. (Sara Moschini)