Di sicuro non passa inosservato l’uomo proposto da Mugler per il prossimo inverno. Una collezione che ha assunto toni quasi “teatrali”, a detta del suo stesso stilista. Una reinterpretazione degli abiti-archetipo del guardaroba maschile nei secoli, da quelli di ispirazione clericale, fino ai tagli rubati ai marines. Abiti indossai dagli eroi di ogni tempo, per ridare spinta e mascolinità. Le silhouette over sono state direttamente ripescate dagli archivi della maison, così come le spalle volutamente smussate, in netto contrasto con le silhouette nel loro insieme: decisamente rigide e pulite. Tra i colori sono da preferire i cosiddetti ‘finti neri’: blu, verde, rosso, declinati però nelle loro varianti più scure. Fondamentale, infine, il gioco di luminosità, ottenuto abbinando tessuti opachi ad altri plastificati ed extra lucidi. (Giada Borioli)