Le ispirazioni per la collezione A/I 2014-15 di MSGM sono varie e diversificate. La musica di Bjork è la chiave d’accesso alla prima porticina, la sua voce urlata è un’incitazione al coraggio, alla modernità che spinge verso il domani. Poi ci sono i colori di Luca de Gaetano, stampe pigmentate che si spandono su macro fotografie di volti, in bianco e nero. Questi ultimi sono i dettagli della fotografia di Dario Catellani. Le striature di colore su pattern floreali sono invece di un altro artista, Gerhard Richter, graffianti e vivaci riproducono la tempera nella sua corposità.

Si è ormai entrati a far parte di un piccolo labirinto, il passo successivo sono I Radiohead con i pezzi 15 step e Weird Fishes, e la sinfonia diviene oro e iridescenza; si conclude con Numb dove è la potenza di una voce femminile a farla da padrone e a rompere quegli schemi che abbattano le pareti dei corridoi. I materiali sono variegati tanto quanto le influenze, broccato lurex con effetto marmo colato, scuba rose dipinto a mano, pailettes e principe di Galles, passando per pellicce e ricami floreali interrotti.

I must have di stagione per Massimo Giorgetti sono i mocassini sabot e la Neon Bag. Miscela di cultura youth che farà parlare di sé ancora per parecchio tempo.