«Hey mama I wanna go surfing» recita così il ritornello di un pezzo cantato dai The Drums, ed è facile che questa sinfonia risuoni nell’orecchio quando si osserva la sfilata autunno inverno 2014-15 di Missoni.

Trattandosi di una collezione invernale, i surfisti non sono letteralmente tali ma gli elementi di rimando ci sono tutti: ciabatta pelosa –c’è da chiedersi se la versione maschile susciterà scalpore come la femminile targata Cèline- e coperte in lana crochet, calde, morbide e hippy quanto basta per affrancare in maniera piuttosto solida l’universo del brand e la cultura surf di una California vintage. Ma non sono solamente questi due elementi, seppur probabilmente i dettagli che più hanno colpito l’attenzione generale, a meritare commenti. Le sfumature di alcune maglie che virano dal grigio al rosa pallido, o nei toni del blu oceano, come i pantaloni comfy a righe medio-ampie nero su grigio, parlano di un uomo giovane, forse anche un po' sognatore.

Questa sensazione di casa, di tempo libero, lontani da una frenesia a cui il fashion system spesso costringe, funziona e lo fa piuttosto bene quando è unita a una sartorialità e una dedizione, da decenni, impeccabili.