Che la sfilata di Les Copains sia un tributo alla femminilità, al cuore allegro e leggero delle ragazze, si percepisce già dal rosso fragola intenso e brillante dell’ambiente, che avvolge e accoglie piccole figure dalla pelle candida e le labbra vermiglie. Apre la maglieria, come un biglietto da visita che presenta ciò di cui il marchio è maestro: un piccolo top effetto tricot su una gonna a palloncino di tessuto broccato, e la maglia lunga, dalle linee morbide poggiato su un’organza a pois dal sapore naif. Segue il bianco e nero dei piccoli pezzi: effetto quasi optical dei quadri un po’ retrò e della stampa tipo animalier, di nuovo con la maglieria, a righe bicolore o cortissima tagliata sotto il seno. L’arancio brillante sboccia in un papavero, grande, fiorito, sull’abito cortissimo e sulla gonna girly, fino a terminare con il nero della stampa jacquard degli abiti dal sapore orientale: cinture alte come obi, linee dritte e asciutte e la blusa di seta come un kimono.