Una collezione che si ispira a Parigi quella salita sulla passerella di Kenzo per l’uomo del prossimo inverno. Da poco nomitati alla direzione creativa della maison, al posto di Antonio Marras, Humberto Leon e Carol Lim raccontano di essere rimasti affascinati dai mille volti della capitale francese, e di aver voluto mettere nella loro prima collezione maschile tutta l’emozione provata nel visitare una città così meravigliosa. Così, l’uomo che mandano sotto ai riflettori è sfaccettato e il suo guardaroba ben si presta alla metamorfosi. Si adatta ai suoi bisogni, che sono chic e cool allo stesso tempo, a seconda dei momenti e dei luoghi. Si passa quindi dal completo dal taglio pulito, ma portato con un gilet in tessuto tecnico, agli abiti con colori e fantasie vivaci. D’altra parte i due stilisti hanno dovuto fare i conti con il vocabolario storico di Kenzo, da sempre fautore delle stampe. Non manca un’attenzione particolare per i dettagli che rendono la vita più comoda: capi reversibili, minimaliste borse porta documenti, piccole tasche studiate ad hoc per contenere tablet e cellulare. (Giada Borioli)