Carol Lim e Humberto Leon si dànno all'attivismo. Sotto accusa la pesca indiscriminata che mette a repentaglio la sopravvivenza di tonni, pesci e merluzzi. Detta così, può sembrare un'operazione buffa e ridanciana- ma così non é. Perché l'indiavolata creatività del duo californiano riesce a cavarne una collezione godibile e divertente, due aggettivi che ricorrono sulla bocca dei loro più fidelizzati sostenitori. Passi pure la facilità inevitabile dello slogan su maglietta ("no fish, no nothing"), se poi a bilanciarla c'è l'interesse per tagli nuovi e tessuti sperimentali. Come quello che cinge il torso del coat estivo, una fascia lucida che sembra doppiata da una pellicola d'acqua. Altrove la camicia cropped della bagnante fashionista ha l'orlo che sembra dire "splash", sinuosa come un onda. Flutti e sagome di pesci, del resto, offrono lo spunto per delineare gli immancabili motivi stampati. Gli accessori? Sandali sporty-chic e borse in tecnhicolor che si annunciano come un grande successo al botteghino.

© Riproduzione riservata