L’eleganza sartoriale incontra il Rock’n’Roll sulla passerella di John Richmond. L’animo dello stilista londinese – un  chitarrista bravissimo, per chi non lo sapesse – si esprime attraverso una  collezione che abbina i classici a dettagli e texture per niente scontate. Il cappotto,  dal taglio formale, è spruzzato e tagliato a vivo. L’intramontabile giacca  da motociclista, reinterpretata con un educato pied de poule inglese.  Quella da caccia si presenta sotto ai riflettori con qualche zip in più rispetto  al dovuto. Abiti tradizionali rivisitati. Tra i tessuti da preferire, un importante ritorno del velluto a coste e pelle scamosciata. Incredibile  l’uso del tartan, che figura, completamente svecchiato, su piumini e giacche  da biker. Abbandonato, o quasi, il nero, l’uomo Richmond preferisce i  colori della terra: marroni, grigi caldi e borgogna. (Giada Borioli)