Colori vibranti e silhouette morbide quelle che sfilano sulla passerella di Issey Miyake per l'autunno inverno 2013-2014. Il brand giapponese gioca con le geometrie e con le varianti cromatiche e propone una donna che non teme gli abbinamenti audaci. L'ispirazione è tratta dalla natura: verde bosco, blu acqua, decine di gradazioni di rosso, giallo e arancione creano abiti pantone composti da macropatchwork in ton sur ton. Un esempio, i cappotti dai colori accesi, in lana ed angora, con dettagli in eco pelle con colori a contrasto. Un mosaico dalle dimensioni over che dà vita a pantaloni tagliati in verticale da una doppia cromia, e camicie e abiti sono movimentati da almeno quattro colori ciascuno. I cappotti e giacche sono realizzati con la tecnica Apoc ("A piece of cloth", l'unione di tre diversi filati nella trama del tessuto, denominato "Crop"), che crea un effetto jacquard unico. Oppure sono double face e reversibili - da una parte il monocolore, dall'altra grafiche colorate che ricordano i campi coltivati visti dall'alto. Le camicie si allacciano fino al collo e hanno un colletto a metà tra quello classico e quello alla coreana. I pantaloni scendono a sigaretta senza discostarsi troppo dalla gamba, oppure si aprono sul fianco per dar vita a una stampa multistripes e multicolore. © Riproduzione riservata