La vibe adolescenziale da I’m Isola Marras è piuttosto alta. Sono presenti tutti quegli elementi che ricordano il liceo, le prime storie d’amore, le vacanze al mare con gli amici.

Alla mente riaffiorano le terre dove lo stilista è cresciuto, le radici da cui tutto ciò che ha creato negli ultimi anni proviene. È tutto lì, su una passerella semplice, pronto a raccontare una visione tanto naïf da divenire quasi commovente.

La donna di I’m Isola Marras di certo sa come non prendersi troppo sul serio, a metà tra un piccolo giamburrasca e una signorina di tempi che furono, gira con sandali flat indossando abiti extra large, gonne corte a righe ampie. Qualche volta punta sull’ironia scegliendo maglie da baseball, o cardigan effetto trompe-l'œil.

È tutto un colore, è tutta una festa. D’altronde è pur sempre Marras.