Un uomo con la barba, i capelli lunghi e la testa coperta da curiosi cappelli a uovo con una piccola visiera frontale che ricordano anche i gusci di una conchiglia. E che indossa, al posto delle scarpe, ancora più stravaganti calzini bianchi di maglia grossa con le frange che sembrano ciglia. Il designer scandinavo Henrik Vibskov ribadisce ancora una volta la sua eccentricità e il gusto dell'ironia. Le silhouettes della sua collezione sono morbide e rilassate, con pantaloncini corti e larghi con dettagli di zip, pantaloni lunghi dal cavallo basso o aderenti in maglia a righe, quasi leggings. E la maglia come sempre è protagonista, con maxi pull mélange dai colori accesi, cardigan a V a righe color-block oppure maxi cardigan-vestaglia che arrivano fin sotto il ginocchio. Stratificati con camicie colorate e a stampa, blazer di lana, giacche tecniche e cappotti a contrasto. (Erica Baldi)