Glamour anni venti e sapore Art  Decò protagonisti della collezione Haute Couture disegnata da Riccardo Tisci per Givenchy. Una collezione ricca di contrasti, con linee stremamente grafiche ed  elaborate. Ricami geometrici, dettagli in metallo, reticoli di cristalli  arricchiscono il raso di seta lavata, mentre perle e paillettes compaiono incastonate su  una sottile organza di seta. Una collezione opulenta, curata al dettaglio:  le pelli di coccodrillo sono tagliate a mano scaglia per scaglia e ricamate sul  tulle di seta, i cristalli applicati a frange, i tessuti drappeggiati sul corpo  delle modelle donando un aspetto fluido alle silhouette. Schiena in primissimo  piano. Viene incorniciata, sottolineata, decorata da scolli anche  profondissimi. La palette cromatica è ristretta: si passa dal bianco al panna, per finire  al bronzo, marrone e nero. (Giada Borioli)