Una sublime ricapitolazione dell'eleganza, alla maniera di re Giorgio. I temi più cari ci sono tutti: la giacca un po' dilungata che s'indossa senza costrizione e avvolge le figure tornite dei modelli con morbidezza seducente; i pantaloni a doppia pinces; una rilassante visione di freschi grigi e programmatici blu Armani, con guizzi di bianco assoluto. Il tutto declinato secondo quella sportività agevole e sofisticata che è il perno della collezione. Si intendono così il bomber in croccante e lucido coccodrillo, le camicie che si chiudono con cerniera metallica, i geometrismi ottici impressi sulla maglieria e il gioco e le cesellature di cuoio sulle tasche e sul bavero del trench. Anche il doppiopetto, quintessenza della formalità, s'indossa slacciato o sulla nuda pelle. (Gabriele Verratti)