Tema della collezione Haute Couture firmata Giorgio Armani Privé è ‘metamorfosi’. Una metamorfosi che prende forma in una sottile rete, incastonata di microcristalli Swarovski, giallo chartreuse, un giallo quasi fluo, appena più chiaro del lime, che ricopre giacche, abiti, sottogiacche, donando all’intera collezione una parvenza surreale. I drappeggi sulle gonne al ginocchio diventano sculture, le giacche hanno spalle ben costruite e nessun bottone. Protagonista la pelle di serpente, che diventa stampa su abiti e completi. Le silhouette rimangono pulite, mosse solo da balze che comunque non creano volume. Parallelo il discorso sul finire della sfilata, quando compaiono abiti lunghi che sembrano direttamente drappeggiati sul corpo delle modelle. Anche qui è ricorrente la stampa ‘a scaglie’. Protagoniste, le spalle, lasciate nude e messe in evidenza da stretti corpetti e gonne ampie. (Giada Borioli)