Trasparenze, fiori 3D e gonne dai volumi sinuosi. Le principesse di Giambattista Valli non sono mai state così sensuali e delicate. Sfiziose, noi loro minidress a ruota dalla vita alta, sirene, nei lunghi pepli vedo non vedo, dive, negli abiti finali dai colori sgargianti. Tutte corredate di coroncine dorate e scarpe stringate. Le decorazioni raggiungono la tridimensionalità nei fiori che si possono toccare e che sembrano avere la consistenza delle nuvole, e sempre delle nuvole sono i colori: bianco, grigio, squarciati solo dal lilla improvviso. Il rosso del tramonto e delle rose arriva solo dopo, nella parte serale, che riproduce una vera e propria cascata di fiori e petali alternati alla delicatezza delle stampe sul tessuto che traspare come vera e propria porcellana, grande ispirazione dello stilista per la sfilata.