Femminile e sofisticata la donna per la primavera-estate di Giambattista Valli. Una collezione che mette in primo piano abiti strutturati ed è ispirata ai ricordi. Probabilmente quelli degli anni Sessanta visto che il capo chiave della collezione è un party dress a trapezio corto e senza maniche. Quasi sempre bianco, prezioso, con decorazioni di fiori, ruches oppure combinato con accenti di giallo, dettagli in oro e argento o delicate stampe floreali. Molto Sixties anche i cappottini con le mezze maniche e le tuniche abbinate a pantaloni alla caviglia in lamé che si indossano insieme a grandi bracciali lungo tutto il braccio. In alternativa al bianco si sostituisce una sobria stampa zebrata e il gilet in pelliccia d'agnello si porta anche d'estate. (Erica Baldi)