Il nomadismo e il senso dell’avventura di Felipe Oliveira Baptista é rappresentato da una viaggiatrice rigorosa, da una signora del deserto, da un’alternanza di strutture rigide (i pantaloni a vita alta e le cinture in vita strettissime) e di morbidezze (i lunghi abiti a chemisier), e da una palette di colori del safari, con le sfumature dell’erba e del mare. Anche il camouflage è virato in versione chic, fino a declinarsi in una fantasia leggermente cangiante, che ricorda il muschio e le cortecce degli alberi. Il motivo delle maxi tasche cargo, applicate o solo accennate, è riproposto sui trench, sui lunghi abiti, sui pantaloni, sulla gonna lunga e sulla tuta intera, per dare all’intera collezione un tocco pratico, che dia flessibilità al rigore e all’eleganza su tutta la linea. E’ una bella prova di stile quella dello stilista Portoghese, dal quale emergono, in una personale rivisitazione, le esperienze da Max Mara, Lacoste e Christophe Lemaire.