Per la prossima primavera-estate Etro rivisita il corredo da mille e una notte di un maharaja orientale. Tessuti preziosi, tuniche e giacche ricamate alla coreana, pantaloni di tessuto leggero stretti alla caviglia e indossati con i sandali, turbanti di seta in testa, avvolgenti vestaglie. Il tocco contemporaneo è dato dalle giacche perché i pantaloni morbidi a pigiama, le ampie camicie senza collo e le lunghe casacche (quasi abiti) spuntano sempre sotto a moderni blazer: classici, di pelle e soprattutto in diverse fantasie stampate. I colori sono accesi, si passa da diverse gradazioni di arancioni e rossi, a blu notte, verde scuro e chiarissimi rigati. Unico dettaglio hi-tech concesso, che si oppone con decisione a quest'aura di misticismo orientaleggiante, sono le maxi cuffie per ascoltare la musica che si portano intorno al collo. Come fanno i teenagers. (Erica Baldi)