Lei e lui, diversi, ma con gusti comuni. Ormai da qualche stagione, sulla passerella di Enrico Coveri viene proposta una visione d’insieme del brand, con uomini e donne che si alternano sotto ai riflettori in un’unica e comune linea di stile. Lei, per il prossimo inverno, ruba a lui i tessuti di stampo maschile, ma li declina in tailleur estremamente femminili: micro giacche avvitate e corte, minigonne, calze coprentissime e tacco 12. Lui ruba a lei i colori. Il rosa prima di tutto. Che stempera e illumina l’abito classico. I tagli sono vari: si passa dal capo sartoriale a elementi rubati allo sport e al mondo dei college inglesi, con tanto di stemma. Maglioni con scollo a V e profili a contrasto, cardigan a doppia allacciatura, pantaloni in tartan a filo della caviglia, per lasciare in vista calze e scarpe dal chiaro sapore british. (Giada Borioli)