La collezione primaverile di Emporio Armani propone un’eleganza al tempo stesso aristocratica e rilassata. Una collezione moderna, fresca, ricercata. Basata su tessuti pregiati e assoluta e totale sartorialità. Trench, caban e giacche declinano le texture più classiche dell’abbigliamento maschile – Principe di Galles, spina di pesce o microcheck – in risultati del tutto nuovi, grazie a procedimenti tecnici che conferiscono design e consistenze innovative. Il tutto per garantire la massima leggerezza senza perdere la pulizia della silhouette che da sempre caratterizza i capi firmati da Giorgio Armani. Giacche in jersey lavorate a giro inglese, a mono o doppiopetto, ma con la vestibilità di un cardigan. O anche blazer di nappa rifiniti con tagli a vivo e termosaldature. Il tutto abbinato a bermuda dal sapore degli anni ’50, corti e fascianti, con tanto di risvolto. O a pantaloni corti alla caviglia, dal cavallo basso e con pieghe stirate sul fronte. Elegantissima la scelta cromatica: al mondo dei blu – da sempre caro allo stilista – si aggiungono i toni naturali della sabbia o delle nuvole e una ricca gamma di verdi militari. Un occhio di riguardo va agli accessori: fermacravatte, borse in vacchetta verde pino e cognac, portadocumenti, porta iPad, scarpe con effetto tartarugato. (Giada Borioli)