Per la seconda prova sulla passerella di Emanuel Ungaro, Fausto Puglisi reinterpreta con il suo piglio deciso e sensuale i codici stilistici della maison francese. Pois e righe dal gusto retrò si mescolano tra loro, stagliandosi sul bianco e nero e sulle nuance sgargianti di blu elettrico, viola, turchese, verde menta e giallo. Tasche militari e volant romantici convivono senza sforzo su gonne e pantaloni di pelle, sulle bluse e le camicette in chiffon trasparente, sul baby doll di fine anni 70 reso sapientemente più grintoso e moderno, e ancora, sui lunghi abiti svolazzanti, arricchiti da spacchi vertiginosi, ruches di pelle, bottoni automatici e zip che creano asimmetria.