Nello scenario postindustriale di St John Street le modelle di Christopher Kane camminano su una passerella specchiata indossando eleganti completi e abiti dai decori in pvc a forma di goccia. Tornano le stampe ipnotiche, i combo leggeri di top e miniskirt ma la silhouette si allunga anche su eleganti abiti lilla e verde pastello. La delicatezza lascia spazio alla psichedelia di capi arcobaleno che sfilano perfettamente su un remix di "The Wall" dei Pink Floyd. Il finale riesce comunque a sorprendere con abiti lunghi dalle trasparenze ricercate alternati a ensemble che si illuminano di paillettes. Tantissime idee come è d'uso per il designer di origini scozzesi che sembrano in questa sfilata settembrina trovare un senso di omogeneità nuovo facendoci sperare che la prossima primavera arrivi davvero presto.