Una collezione che richiama alla mente il primissimo Dior, quello del New Look degli anni 40 (vita stretta, gonna ampia, spalle ben disegnate), quella mandata in passerella per l’Haute Couture della prossima estate della maison. Più sartoriale che creativa, dicono i fedelissimi di John Galliano, che ancora non accettano il suo licenziamento. La collezione disegnata da Bill Gaytten, ex braccio destro di Galliano e ora alla guida dello stile Dior, è un omaggio al passato. Drappeggi di voile, gonne a corolla, abiti lunghi resi voluminosi da innumerevoli strati di tulle, robe-manteaux con ricami a contrasto black and white. La trasparenza è giocata ovunque, dalle scarpe nere lucide con tacco in plexiglas, fino ai metri di tulle di seta usati per creare volume ed evidenziare la costruzione delle silhouette. Gli abiti da sera sono a sirena, o con maxi gonna a balze. In prima fila, grandi star internazionali: Cameron Diaz, Natalia Vodianova, Bar Rafaeli. (Giada Borioli)