Mademoiselle Chanel approda in India. E lo fa con una sfilata, quella Métiers d’Art, che è un omaggio alla bellezza e alla straordinaria opulenza e ai favolosi colori di questo paese. Una collezione composta da quasi 80 look e ispirata al mondo da favola di principesse e Maraja e al loro sontuoso abbigliamento rituale. Broccato di seta, lamé d’oro e d’argento, crêpe, satin duchesse, perle, ricami, motivi  floreali mogol dipinti a mano i materiali protagonisti.
Gli androgini abiti tradizionali sono rivisitati con i classici items Chanel: bianchi jodhpur abbinati a giacche aderenti in tweed bianco; sinuosi pantaloni pigiama “salwar” indossati sotto fluenti tuniche  “kameez” tempestate di strass o decorate con fasci di grano dorato su sfondo nero; sari e pantaloni da odalisca in velluto melograno e ricoperti di strass. La redingote militare diventa "luxury" con una cascata di strass, mentre i tailleur iconici della maison scoprono la palette brillante del  Rajasthan come il fucsia o l'oro.
Gli accessori di questo favoloso viaggio? Sandali bassi, in pelle metal, si mixano a scarpe neo-rock e a stivaletti piatti ricamati con paillette dorate. Manicotti-bijoux di pelle o di rete argentata si alternano a piccole clutch rigide e pochette tempestate di perle e pietre preziose. (Rossella Malaguarnera)