L'antidoto di Tomas Maier alla miscellanea rumorosa di stili e tendenze contrapposte è una nuova uniforme, che addolcisce la severità compunta del taglio nell'informale sportivo. Per sua stressa ammissione, è questa la chiave di volta di un guardaroba che sappia venire incontro alle esigenze versatili dell'uomo chic moderno, diviso tra scenari metropolitani e intime fughe del tempo libero. Ecco allora che da Bottega Veneta i pantaloni si stringono alla caviglia con bande elastiche, il bomber accresce la fascia a coste sulla vita e la coulisse di derivazione atletica arriccia il fondo dello spolverino in pelle- tanto sottile da sembrare tecnica. La maestria nel trattamento dei pellami, corredo cromosomico del marchio, si dichiara successivamente nei blazer in camoscio e negli splendidi montoni, giocati su toni chiari e luminosi. In testa il berretto in lana aggiunge una cesellatura di colore, sotto braccio il il morbido borsone intrecciato rinnova il fascino di un evergreen sempre desiderabile.

© Riproduzione riservata