Alessandro Sartori declina il lusso di Berluti secondo le categorie dell'agio e della comodità. Eleggendo a materia prima della nuova collezione un tessuto di derivazione sportiva. È infatti il jersey, in diverse grammature di caschmere dalla più sottile alla più corposa, il leitmotiv per pantaloni affusolati e giacche che coprono le forme con la dolcezza del cardigan, depurate da fodere e spalline. La camicia? Troppo costrittiva e formale. Al suo posto maglie girocollo e polo, per un'eleganza disinvolta che flirta con il look del tempo libero. Non mancano i pellami, specie il canguro, per trench e impermeabili dalla finitura laminata- nei cromatismi talcati e minerali che s'ispirano alle tecniche della vetreria di Murano. A sera, raffinatezze da gentiluomo d'antan: il balzer è in velluto di pura seta.

© Riproduzione riservata